lunedì 20 agosto 2012

Bombe col buco!!

Fa un caldo bestia là fuori...
Mio marito sonnecchia sul letto, i miei pargoli se le suonano di santa ragione in soggiorno e Camilla si è opportunamente defilata.
Come la capisco! ٩(×̯×)۶

Stamattina ho messo in campo i Donuts all'americana!

Ieri sera ho dormito con i miei bambini.
Ogni tanto lo faccio... perché sono una mamma chiocciona! :)

Poco prima di seccarsi, Filippo mi ha detto "Mamma, domani mi fai le ciambelle come Homer Simpson?" e io, tutta impastata dal sonno... perchè mi si spenge l'interruttore appena poggio la testa sul cuscino, "Certo amore! Ricordamelo domattina!"
Ronf... ronf... ronf ...

Naturalmente stamattina col cavolo che mi ricordavo la promessa!
Ma Fili si!

Infatti eccolo tutto sgallettante e fiducioso corrermi incontro, con la bocca da orecchio a orecchio, "Fatte le ciambelle?".
Ciambelle?! Che ciambelle?!   ⊙_☉

Mi sono avviata sorridendo fuori, ma urlando dentro, verso il ripostiglio, sperando di trovarvi gli ingredienti che mi avrebbero salvato la giornata!

Ingredienti:
- 1 bustina di lievito per salati
- 30 ml di acqua tiepida
- 175 ml di latte tiepido
- 40 gr di burro
- 1 uovo intero
- 1 cucchiaino di sale
- 45 gr di zucchero semolato
- 370 gr di farina 00
- 400 ml o meno di olio di semi .

Premetto che questo impasto viene bene solo se fatto nella planetaria, almeno a me.
Confido però in voi super cuoche, abilissime ad impastare anche a mano! :)

Ho sciolto il lievito nell'acqua direttamente nel ciotolone della planetaria.
Ho aggiunto il latte tiepido, il burro morbido, lo zucchero, il sale, l'uovo e ho sbattuto con il gancio a frusta.

Gancio a frusta
Una volta ottenuto un composto liscio ho aggiunto 170 gr della farina necessaria, e sbattuto con il gancio ritorto per circa 30 secondi.

Gancio ritorto
Ho aggiunto la restante farina e continuato a lavorare fino a che il composto non è risultato omogeneo e senza grumi.

Tutto questo procedimento, come dicevo, si può fare anche con le fruste elettriche, almeno fino all ultima aggiunta di farina.
Poi andrà lisciato a mano aiutandosi con un pò di farina (non troppa, però, per non rovinare l'equilibrio dell impasto).

Ho trasferito il tutto in una zuppiera di vetro, l'ho coperta con un  canovaccio e lasciata riposare per un'ora.
L impasto deve raddoppiare.

Dopo un'ora ho steso un impasto dello spessore di circa un centimetro e mezzo e  ho ricavato le ciambelle.
Esiste uno stampo apposito, ma io non ce l'ho.
Se non lo avete potete usare un bicchierone per la forma esterna e un tappo di bottiglia per il foro centrale.
Io ho usato il retro di una bocchetta per sac a poche.

Sul finire del tempo di posa, ho scaldato bene l'olio in un recipiente a bordi alti... di solito uso un vecchio wok... e ho fritto poche ciambelle alla volta, facendole dorare da entrambi i lati.
Attenzione a non farle annerire!

Ho lasciato scolare su carta per fritti e da ultimo le ho passate nello zucchero.

La frittura dei donuts è pulita e veloce, quindi potrete riusare l'olio almeno un'altra volta.


Ecco fatto felice Filippo!!! :D

Non so resistere, quando mi chiede qualcosa lo devo accontentare !
Poi, quando 'ste opere me vengono bene, scatta il DELIRIO DI ONNIPOTENZA!!!

Alla prossima bamboline,


6 commenti:

  1. Fantastiche queste ciambelle!
    le adoooooro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora siamo in due, Lalila, le adoro anche io!!! :D

      Elimina
  2. mi chiedo: sei una mamma? Perché se sei una mamma dove cavolo trovi il tempo per fare tutte queste cose succulente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mamma Pigra! Ce l ho fatta ad entrare per commentare!!! Do un colpo al cerchio e uno alla botte...qualcosa rimane irrimediabilmente indietro....ma in fondo chi se ne!!! Tanti baci.

      Elimina
  3. posso solo vedere le foto, e giocare ad immaginare che buon profumo.
    posso solo aggiungere w le mamme che fanno manicaretti in casa per i loro cari.
    ma poi ripensandoci w tutte le mamme.
    blog gustoso tornerò per rifarmi gli occhi, e gustare con il pensiero tutti i tuoi manicaretti.
    il golosone Riccardo.
    P.S
    A Vertemate con Minoprio in provincia di Como potrai trovare un ristorante che è stato dedicato a me, si chiama il MANGIONE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto Riccardo!
      Cosa ci racconti di te?

      Elimina

Link Within

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...