venerdì 11 ottobre 2013

In America si usa così!

Ieri sera, mentre sfaccendavo ho buttato l'occhio alla tv.
C'era un film per nulla avvincente... ma carico di contraddizioni e cose inverosimili!

Mentre un tizio veniva massacrato al piano di sopra, downstairs cenavano tranquillamente, tutti insieme attorno al tavolo.

Il menu era quello tipico dei film americani, light quanto un macigno sullo stomaco!


Avete mai fatto caso alle tavole, rigorosamente apparecchiate con tovagliette - toh! guarda un po' - all'americana, che ci propongono nei film?

I piatti, grandi quanto un vassoio da portata, vengono riempiti a turno, passandosi enormi zuppiere ricolme di ogni bendidio.
Spesso purè e una specie di stufato di carne...

Poi è il turno di una non meglio identificata salsa, con la quale inondano la montagna di cibo che si sono serviti.

I figli, sia bambini che adolescenti... e comunque finché vivono sotto allo stesso tetto dei genitori, pasteggiano a grandi bicchieroni di latte, sempre!
Roba che se ci provi vomiti anche la tu' nonna!



E poi, il momento mistico, la preghiera di ringraziamento per il cibo...

Passi per il Thanksgiving, il Giorno del Ringraziamento, ma che questi tutti i santi giorni e a tutti i pasti si prendano per mano, chiudano gli occhi e ringrazino per il cibo... NO eh!?


Ma figurati se nella vita reale, un operaio che s'è fatto il mazzo per tutto il giorno e arriva stanco e affamato a casa, si mette a tavola e, invece di abbuffarsi come un maiale, recita una preghiera?!
Giusto nei film americani...

L'assassino entra sempre indisturbato nelle case.
Nessuno lo sente e nessuno lo vede... fino a quando non ce l'hanno a cinque cm dal naso, in procinto di uccidere!

Certo, con quelle mosquito door che si ritrovano... e quelle serrature da casa della Barbie, che anche un bambino riuscirebbe a scassinare, il minimo è che gli entri in casa uno psicopatico!


Che altro?
Ah, i panni!
Nei film le mamme di famiglia hanno sempre dei gran catini pieni di asciugamani da ripiegare, sempre di merda, ma mai che si veda un paio di lenzuola o qualche mutanda!

Forse l'americano medio si veste a mo' di antico romano avvolgendosi negli asciugamani?!

Le ragazze si dividono in due categorie:
- quelle troie
- quelle sante

Le prime hanno una nomea che le precede, ma sono le più belle e ambite della scuola.
Spesso sono cheerleader, ma anche reginette del ballo in carica.

Le altre, quelle sante, sono sempre delle secchione brutte come il peccato, con un pessimo gusto nel vestire... e irrimediabilmente innamorate del più figo della scuola.

Anche lui bello e dannato, ignorante come una capra... ma grandissimo quarter back della locale squadretta di football!

Ovviamente, dopo un'ora di film, anche la santarellina brutta da morì sboccia e diventa un bellissimo cigno!
Con una ceretta, due lenti a contatto, uno shampoo e un vestitino... voila, il miracolo è servito!


Ma  dai...
Se nella vita vera sei un rottame, forse solo la chirurgia estetica potrà darti una mano... altro che trucco e parrucco!

Tutti i figli hanno una camera con affaccio su una tettoia dalla quale salteranno giù per andare a gozzovigliare con gli amici, e anche una grondaia sulla quale arrampicarsi per poter rientrare non visti a notte fonda.
Mai uno che si rompa l'osso del collo, oh!

Sembra che i giovinastri americani, freschi di Driving Licence, non vedano l'ora di andare in giro su qualche catorcio risalente all'epoca delle Guerre puniche, e che ne vadano pure orgogliosi!


Potrei andare avanti per delle ore a parlare dell'argomento, ma il dovere mi chiama!

Stasera la cena prevede stufato di carne, purè e una cascata di salsa marroncina, che i bambini innaffieranno con abbondanti bicchieri di latte freddo... in modo da assicurarsi una bella notte in bianco a far la coda davanti al bagno!

Augurandomi che in futuro i' mi' figliolo non si cali giù dalla grondaia, che la mi' figliola non diventi la troietta della scuola, che i' mi' marito abbia voglia di ringraziare per il cibo... e che non m'entri un pazzo scatenato in casa

americanescamente vostra, 



9 commenti:

  1. Ho riso cosi' tanto, sei troppo simpatica, quanta verita', scusa l'intrusione, ti ho trovata per caso, mi chiamo Laura e ti faccio i complimenti per il tuo bellissimo blog, un caro saluto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale intrusione???
      Ogni nuovo arrivo è ben accetto, perciò benvenuta! :D

      Elimina
  2. Ah ah ah, come è vero quello che hai scritto! L'ho sempre pensato e il tuo modo di parlare della cosa è molto divertente :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rachele, sono contenta che ti sia divertita... a leggere le mie scemenze al riguardo! :)

      Elimina
  3. Che simpatica!!! mi sono divertita tantissimo, brava!!!

    RispondiElimina
  4. ah ah mi hai fatto morire dal ridere.... è tutto vero!

    RispondiElimina

Link Within

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...