giovedì 16 agosto 2012

Ciambelline rosa

Per Ferragosto ho deciso di preparare le ciambelline rosa!

Questi dolcetti mi ricordano tanto mia zia Silvana, che quando veniva in visita da noi era solita portare valanghe di ciambelline rosa e spumini. :)

La ricetta è molto semplice, perciò non ci sono scuse: si può fare! ;)

Per l'impasto:
- mezzo kg di farina "00"
- 125 gr di burro morbido
- 200 gr di zucchero
- 150 ml di latte tiepido
- 2 uova
- 7 gr di ammoniaca per dolci
- 1 bustina di Vanillina
- 1 cucchiaio di liquore d'anice
- un pizzico di sale .

La ricetta prevede 200 gr di zucchero, ma chi le preferisse più dolci potrà arrivare fino a 250 gr.

Per la rifinitura:
- zucchero
- Alchermes .


"L'ammoniaca per i dolci NON E' l'ammoniaca tradizionale usata disciolta in acqua per le pulizie domestiche!"

In pasticceria si usa il bicarbonato di ammonio, un agente lievitante che con il calore si decompone in tre gas:
vapore acqueo
biossido di carbonio
ammoniaca (gas)


Nell'industria dolciaria è usato per i dolci secchi come i biscotti poiché in queste preparazioni è più facile che evapori. (da http://www.ilricettariodibianca.com/sitemap.php/forums-viewtopic-3099.html )"


Preparate l'impasto unendo farina, uova, zucchero, burro ammorbidito e latte tiepido.
Aggiungete l'ammoniaca per dolci, la Vanillina, il liquore d'anice e un pizzico di sale.

Amalgamate il tutto fino a quando avrete ottenuto un impasto colloso ed omogeneo che lascerete riposare in frigo per circa un'ora.




Togliete l'impasto dal frigo, lavoratelo un pò con le mani sporche di farina e dividetelo in tante piccole porzioni da 28 gr circa l'una.



Spolverizzate il piano di lavoro con della farina e lavorate ogni porzione con le dita, fino a formare tanti piccoli cilindri di pasta...


Coprite la placca del forno con un foglio di carta da forno e adagiatevi sopra i cilindretti che avrete unito alle due estremità formando degli anelli.


Infornate a 220° per 10 minuti.


Sfornate e sistemate le ciambelline su un canovaccio.


In attesa che si raffreddino versate un pò di Alchermes in un piatto fondo.


Adagiatevi brevemente le ciambelline, una alla volta, evitando che si inzuppino troppo.

Lasciate asciugare per un pò... e intanto versate dello zucchero in un altro piatto.

Appoggiate lievemente le ciambelline nello zucchero, dalla parte del "rosso", sempre una alla volta, e sistematele ad asciugare su un vassoio.

Questo è il risultato...


 e vi assicuro che sono buo-nis-si-me!!! :)






4 commenti:

  1. Belle!!!Mia nonna faceva dei dolcetti simili a questi... le chiamava le pesche..erao delle palline divise a metà con all'interno la crema e... erano rosse perchè tuttate nell'Alchermes e poi rotolate nello zucchero... credo proprio che l'impasto sia lo stesso delle tue ciambelline... ma che buone!!!!Quando finalmente abbandonerò la dieta le proverò sicuramente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvietta! :)
      Conosco bene le "pesche" che faceva tua nonna, qualche volta è capitato anche a me di farle... :)
      Buone, ma nemiche acerrime della dieta!!! :)
      Se un giorno proverai le mie ciambelline, fammi sapere come ti sono venute! :)

      Elimina
  2. mi piace il tuo blog!!!! complimenti mi iscrivo anche io al tuo... e poi queste ciambelle le mangiavo da piccola e me le ero dimenticate...che buone...grazie mille per la ricetta!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Camilla, sei la benvenuta... :)

      Elimina

Link Within

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...